I DATI DELLA RELAZIONE SULLA DROGA IN ITALIA: SODDISFATTI DI “RIDURRE” DANNI CHE AUMENTANO?

Non siamo più in grado di prenderci cura dei nostri giovani. dal Centro Studi Livatino Nei primi giorni di dicembre il Dipartimento per le Politiche antidroga della Presidenza del Consiglio, organismo istituzionalmente dedicato alla prevenzione e al monitoraggio delle tossicodipendenze, ha diffuso la sua annuale Relazione al Parlamento sullo stato delle Read more…

Miti su marijuana medica. Con la cannabis legale aumentano i problemi sanitari

di Carlo Bellieni su Annenire L’uso è utile solo per pochissime patologie. In aumento i casi di bambini intossicati, salgono il consumo e i ricoveri ospedalieri. I molti rischi della pubblicità ideologica Forse qualcuno si stupirà, ma legalizzare la cannabis è controproducente: uno studio recente (tinyurl.com/r72nxl6) riporta proprio che dal 2016, Read more…

Dopo il successo del convegno sulle droghe, l’Osservatorio di Bioetica di Siena rivolge un’appello alle Istituzioni: “URGONO ATTI CONCRETI”

L’Osservatorio di Bioetica ha esaminato le risultanze della Conferenza pubblica “DROGA LIBERA O LIBERTA’ DALLA DROGA. Leggera o pesante ti droga sempre!” tenuta venerdì 18 ottobre scorso nella Sala Italo Calvino a Siena e ha preso atto con soddisfazione dell’elevato livello scientifico e civile delle relazioni presentate, del significativo riscontro Read more…

DROGA LIBERA O LIBERTA’ DALLA DROGA. Leggera o pesante ti droga sempre!

La droga leggera è un ricordo, e le conseguenze della cannabis “attuale” sono devastanti. Grande partecipazione al convegno, circa trecento gli intervenuti.In premessa è stato illustrato il progetto educativo dell’osservatorio di bioetica che mirerà quest’anno alla sensibilizzazione sui gravi effetti conseguenti alle cosiddette droghe leggere. Incontri nelle scuole, visioni di Read more…

Il problema è che diamo sempre più per scontato che l’istinto di fuga dal male di vivere richieda l’aiuto di una sostanza, il conforto di una dipendenza

di Antonio Polito dal Corriere della Sera «Se vado a piazza Navona, e incontro un drogato che passa ciondolando con aria noiosa e vagamente sinistra, maledico la misteriosa circostanza che ha costretto, lui singolo, a fumare dell’hascisc invece di leggere di un libro». Pier Paolo Pasolini, non certo un intollerante nei confronti Read more…